maggio 30, 2014

Collana con madreperla e pietre dure: una tavolozza della natura


Questo progetto è rimasto nel "cassetto" per tanto, tantissimo tempo...Volevo creare una collana del genere da anni, così ho accumulato pietre dure comprandole in tempi diversi, ogni qualvolta trovavo quella che mi colpiva nel negozio del mio fornitore: agata, onice, osso, madreperla, howlite, avventurina, occhio di tigre, corniola, quarzo nelle varietà rosa, fumè e ametista...ogni volta una sorpresa, mettevo da parte la pietra come un piccolo "prezioso tesoro" in attesa dell'idea giusta.

Poi un giorno di primavera l'idea è arrivata, doveva essere in apparenza una "semplice" collana strutturata su due catene color oro, sulle quali avrei ricreato una tavolozza di colori che variasse dal bianco al blu, passando per il rosa, i colori caldi e poi quelli freddi del viola, turchese, verde. Le pietre, oltre alle molteplici sfumature di colori, hanno forme e lavorazioni diverse, alcune tonde e lisce, altre ovali, allungate, schiacciate o sfaccettate...

Una volta indossata è piacevole tenere in mano qualcuna di queste "pietruzze", rigirarla tra le dita, abbandonandosi al senso del tatto e immaginare di trovarsi sul bagnasciuga di una spiaggia di sassi colorati.

Ora disponibile anche nello shop. Info e dettaglio costi qui.

maggio 25, 2014

Torta cheesecake con ricotta


Buongiorno! Questi giorni mi è venuta la mania di preparare dolci...dopo i pangoccioli ho voluto cimentarmi nella preparazione del dolce domenicale. Mi sono procurata della ricotta senza lattosio (evviva finalmente è in commercio!Free Avatars) e ricordandomi di una vecchia ricetta di mia nonna mi sono reinventata una versione con zucchero di canna (al posto di quello semolato) e con l'aggiunta di cannella e gocce di cioccolato.
E Voilà...

eccovi la ricetta "Torta cheesecake della Domenica", veloce, semplice, gustosissima...

Ingredienti:
400 gr di ricotta di latte vaccino
3 uova
80 gr di zucchero di canna
scorza di limone grattuggiata
1/2 cucchiaino di cannella
2 cucchiai di gocce di cioccolato fondente per guarnire

Preparazione:
Amalgamate tutti gli ingredienti in un mixer (tranne le gocce di cioccolato). Versare il composto in una tortiera del diametro di 20cm foderata con carta da forno. Distribuire le gocce di cioccolato sulla superfice. Cuocere per 50 minuti in forno a 180 gradi.
Servite fredda.

 È buonissima come dessert...ma anche a colazione va benissimo. Buona Domenica! Hello_Kitty Emoticons

maggio 23, 2014

Brioche "Pangoccioli" con olio evo


Questa ricetta merita un encomio Free Icons. Vi ho postato la foto non appena ho potuto...nel frattempo la metà dei pangoccioli era già sparita! Inutile dirvi il perchè, qui in famiglia siamo tutti golosi, soprattutto di dolci....In realtà per quanto mi riguarda al momento sono a dieta (ahimè) quindi gli "spazzolatori seriali" sono da ricercare altrove Free Icons...ad ogni modo mi piace pasticciare ugualmente in cucina, così, tanto per soffrire e al contempo inebriarmi dei profumi buonissimi che si sprigionano dal forno Free Icons.
Qualche tempo fa cercavo una ricetta di brioches simili ai "Pangoccioli" del Mulino Bianco, ho trovato questa con l'olio evo (lo preferisco di gran lunga al burro in cucina...). L'ho subito "pinnata" nella mia bacheca di Pinterest per tenerla sempre a portata di click e l'ho provata in tanti modi diversi: impastando a mano o col Bimby, con metà dose (sono venuti 8 pangoccioli) e con farine diverse, ho provato anche mischiando farina di farro e farina "0" e sono venuti buonissimi.
La ricetta che vi riporto qui è la stessa che ho trovato sul sito che vi ho linkato e prevede l'uso del Bimby, ho notato che con la farina Manitoba, in effetti, il risultato è migliore, vengono più soffici...ma in fondo è questione di gusti. Provateli e fatemi sapere!

Ingredienti 
500 g. di farina manitoba 
220 g. di latte 
80 g. di zucchero 
60 g. di olio extra vergine d'oliva
2 uova 
25 g. di lievito di birra
1/2 cucchiaino di sale fino 
100/150 g. di gocce piccole di cioccolato 

Preparazione 
Versate nel boccale il latte, lo zucchero, l'olio e il lievito : 10 sec. 50° vel. 3. 
Unite i tuorli, la farina e il sale: 40 sec. vel. 5, poi 1 min. vel. spiga. Lasciare lievitare l'impasto per circa un'ora o meglio fino al raddoppio. 
Trascorso il tempo indicato, aggiungete le gocce di cioccolato che avete messo in congelatore per circa 1 ora. 
Formate delle palline con delicatezza, adagiatele su carta forno, copritele e fatele lievitare ancora fino al raddoppio circa 1 ora. 
Volendo con gli albumi rimasti si può spennellare la superficie. Io l'ho spennellata con rosso d'uovo, un pò di zucchero vanigliato e latte.
Cuocete in forno caldo a 160° (a seconda del forno) per circa 25 min.


maggio 15, 2014

Primavera...tempo di semina

Ehilà c'è qualcuno? Bentrovati! Free Icons
A più di un anno dall'ultimo post torno a scrivere...13 mesi sono tanti, e tante cose sono cambiate nella mia vita, nuove esperienze, nuove conoscenze, ma una cosa è rimasta immutata: la voglia di esprimermi attraverso le mani, da sempre il mio strumento privilegiato. Da qualche giorno sto coltivando nuovamente una delle mie passioni (finalmente!). Come sapete mi piace lavorare il vetro... in queste giornate primaverili è un piacere sedermi davanti al cannello e fondere qualche bacchetta per formare le perle che tante volte avete dimostrato di apprezzare (grazie!). In effetti ho tante nuove cose da mostrarvi...ma procediamo con ordine, oggi vorrei parlarvi della "perla" più importante: eccola mentre fa giardinaggio col nonno.Free Emoticons

A scuola le hanno dato un libro interessantissimo nato da un progetto della Regione Puglia che spiega l'importanza delle biodiversità e illustra ai bambini come e cosa coltivare nelle diverse stagioni.



È spiegato in modo chiaro e divertente, a Gaia è piaciuto moltissimo sfogliarlo e poi passare alla parte pratica! Infatti fra le pagine abbiamo trovato 4 bustine contenenti i semi del Pomodoro fiaschetto di Torre Guaceto, del Carosello di Polignano, della Cicoria di Galatina e della Lenticchia di Altamura. Le illustrazioni in effetti sono accattivanti...c'è anche l'identikit di alcune specie!Happy Emoticons


Così abbiamo seguito il "Diario di semina" e armati di vasi, terriccio, paletta e innaffiatoio siamo passati all'azione. È un'ottima attività da svolgere insieme, insomma c'eravamo proprio tutti...

Ora non ci resta che aspettare che le piantine crescano e ci diano qualche frutto, ci sono anche alcune ricettine che vorremmo provare...
...volete favorire?Free Avatars
Un abbraccio e alla prossima,

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...