novembre 27, 2012

Aspettando il Natale: il Calendario dell'Avvento

Ogni Natale, per diversi anni, ho ammirato in rete Calendari dell'Avvento senza mai, ahime', averne visto uno dal vivo...Mi e' capitato di vederne di bellissimi, artistici e molto decorativi. Vi starete chiedendo: ma in che razza di posto hai vissuto fin'ora?! ahahah  Free Emoticons Me lo sono chiesta anche io quando ho iniziato ad accorgermi di quanto fosse diffuso tra le altre creative. Poi ho scoperto che non e' cosi' strano non averne visti affatto dalle mie parti (io abito in Puglia), visto che si tratta di una tradizione importata dall'estero che si e' diffusa in Europa e negli Stati Uniti solo di recente.

In che cosa consiste il Calendario dell'avvento e dove e' nato?
Wikipedia recita a tal proposito: "Il calendario dell'avvento mostra i giorni rimanenti fino alla vigilia di Natale. Si tratta di un'usanza molto popolare nei paesi di lingua tedesca dedicata ai bambini per accompagnare il periodo di attesa della grande festa. I calendari tradizionali iniziano il conto alla rovescia la prima domenica dell'avvento, mentre oggi si e' soliti iniziare il primo dicembre. A partire dal 1920 si diffondono in Germania calendari di cartone con 24 finestre riempite con forme di cioccolata raffiguranti motivi natalizi."
Attualmente ne esistono di ogni tipo e forma, possono essere realizzati con i materiali piu' disparati. Alcuni al posto delle finestrelle hanno dei contenitori o delle tasche all'interno delle quali si possono nascondere dolcetti, caramelle, regalini, pensierini o preghiere...
Personalmente la trovo un'idea molto carina per questo periodo tanto speciale, puo' essere anche un'occasione per fermarsi a riflettere con la famiglia, cosi' quest'anno mi sono decisa a farne uno anche io.

La mia versione: Il calendario arboreo
Questa e' la mia proposta con una mini-guida per creare un calendario dell'avvento dalla forma arborescente. Un'idea facile ed economica che potete realizzare velocemente.


Come realizzarlo?

  • Innanzi tutto vi servira' un vaso porta fiori in cui inserirete dei rametti.
  • Riempite il vaso con qualcosa che tenga fermi i rami, io ho usato della retina argentata.
  • Ai vari rametti andrete ad appendere 24 coni numerati. I miei li ho fatti ritagliando dei quadretti nella carta da regalo, ma se vi piace l'idea del calendario eco-friendly potete usare anche carta recuperata da vecchie riviste o quotidiani. Per le dimensioni vi regolate in base alla grandezza dei vostri rami. Indicativamente sono 10x10 cm. Un consiglio: fissate i coni e i numeri con nastro biadesivo cosi' non si vedra'.
  • Stampate o scrivete i numeri da 1 a 24 su un foglio. Se volete, potete decorarli con un motivo a scelta col pennarello dorato (a forma di stella, cerchio, poligono ecc.) e infine ritagliateli.
  • Forate ogni cono e annodategli un filo per appenderlo.

Io ho appeso coni di dimensioni diverse, mi piaceva l'idea di differenziarli tra loro... per ogni giorno ci sara' un pensiero o una filastrocca e un paio di caramelle.
Ho chiesto anche a mio marito di inserire quello che vorra', cosi' renderemo questa sorta di alberello-calendario davvero speciale. Sara' bello vivere insieme il clima dell'attesa e la curiosita' di scoprire ogni giorno cosa si cela dietro la "finestrella". E sara' ancor piu' magico ogni mattina guardare la mia bimba col naso all'insu' in attesa della caramella e della filastrocca...

E voi ne avete mai fatto o acquistato uno? Fa parte delle vostre tradizioni?
Se cercate qualche idea per i pensieri da inserire nelle finestrelle provate a guardare su questo sito sul Natale, ci sono aforismi, filastrocche e altre ispirazioni. A presto,

novembre 23, 2012

Animali in feltro: Rudolph la renna di Babbo Natale

Oggi vorrei mostrarvi questi hair clips in feltro e pannolenci che faro' indossare alla mia bambina durante le feste.
Ritraggono un curioso animaletto della tradizione natalizia anglosassone: Rudolph la renna dal naso rosso.
Lo conoscete?
Personalmente non ne avevo mai sentito parlare finche' non ho trascorso il mio primo Natale negli Stati uniti. Da quelle parti e' un personaggio molto conosciuto. E' stato inventato nel 1939 dal pubblicitario Robert L. May per una catena di arredamento e decorazione americana, la Montgomery Ward che durante il Natale distribuiva libri per bambini. Da allora è entrata a far parte, insieme a Babbo Natale, dell’immaginario natalizio dei bimbi americani, tanto che su Rudolph si sono scritti libri e fumetti...
...e sono stati realizzati diversi film d’animazione, come questo, famosissimo del 1964.
La storia narra di una piccola renna, con un grosso naso rosso che si illumina. Per questo viene presa in giro dalle altre renne che tirano la slitta di Babbo Natale. Fino a quando, durante una nebbiosa vigilia di Natale, Santa Claus chiede a Rudolph di utilizzare il suo naso luminoso per aiutarlo a trovare la strada e riuscire a completare la distribuzione dei doni. Da quel momento Rudolph divento' il beniamino delle altre renne e venne finalmente accettato nel gruppo.
Qui e' in una foto (nell'angolo a sinistra) che ho scattato l'anno scorso a Houston.
("The Lights in the Hights" - Houston, TX 2011)

Tutto gioielli n.2: le guide per creare i vostri regali di Natale

Eccola e' arrivata! E' in edicola gia' da un paio di settimane il secondo numero di Tutto Gioielli: la nuova rivista per realizzare bigiotteria fai da te con cui ho il piacere di collaborare.
Le mie lettrici piu' attente che l'hanno gia' sfogliata avranno visto qualcosa di familiare... Happy Emoticons Si, ci sono anche un paio di mie parure: una con perline sfaccettate di ametista, rame forgiato a mano e ottone...
...e l'altra dai colori piu' natalizi...rosso e oro. Realizzata con perle a spirale in feltro fatte a mano e cristalli Swarovski.
Sarebbero perfette da indossare durante le festivita' o come idee regalo...non trovate?
Questi e tanti altri progetti con pasta modellabile e materiali riciclati vi aspettano in edicola. Allora che aspettate?
Alla prossima Free Avatars

novembre 20, 2012

Decorazioni per l'albero di Natale con alluminio riciclato

Nelle ultime settimane ho consumato un bel po' di candele, quelle piccoline dette "tea light". Ogni volta che vado all'Ikea ne compro sempre in quantita'. Adoro il profumo che emanano e con i primi freddi mi vien voglia di accenderle di frequente. Creano una bella atmosfera in casa e mi danno un senso di pace.
Il problema e' che ora sto accumulando molti involucri vuoti di alluminio.

L'altro giorno mentre svuotavo il portacandele mi si e' accesa la lampadina...perche' non provare a riutilizzarli per una decorazione natalizia? Quest'anno ho iniziato col pupazzo di neve portacandele/portacaramelle, ora preparero' un po' di questi ornamenti da appendere all'albero.

Che dite ci proviamo insieme?

Tutorial
  1. Con un paio di forbici tagliate la parte laterale dell'involucro ricavandone una striscia e un cerchio. Gettate via la parte con lo stoppino.
  2. Su un foglio di cartoncino disegnate un cerchio dello stesso diametro dell'involucro (aiutatevi con l'involucro stesso capovolto) e all'interno disegnate il motivo che volete riprodurre nell'alluminio. Io ho fatto una stella e una margherita.
  3. Ritagliate la sagoma nel cartoncino e poi usatela per ritagliare la stessa forma nell'alluminio.
  4. Pulite la forma di metallo con un pezzo di carta assorbente e alcool rimuovendo bene i residui di cera. In questo modo schiaccerete bene anche la forma.
  5. Tagliate a meta' in senso longitudinale la striscia di metallo.
  6. Arrotolate le due strisce ricavate a spirale aiutandovi con una pinza a becchi conici.
  7. Date sfogo alla vostra fantasia incollando piccoli pezzettini di feltro, tulle, bottoni, paillettes e strass...
  8. Forate le decorazioni aiutandovi con un ago o un punteruolo, fate passare dei nastrini attraverso i fori e voila'! Sono pronte da appendere.

Con questo progetto ho il piacere di partecipare insieme ad altre blogger all'iniziativa "Tante idee per un riciclo" promossa dal blog lineecurve in occasione della Settimana Europea pe la riduzione dei rifiuti. Visitate la sezione dei progetti realizzati con materiali riciclati e riutilizzati e mi raccomando: date una mano all'ambiente e create!
Buon lavoro Happy Emoticons

novembre 19, 2012

Bottoni decorativi fai-da-te: come rivestire un bottone in tessuto

Oggi vorrei mostrarvi come realizzare dei bottoni ricoperti di stoffa senza utilizzare ago e filo. Questo tipo di bottoni li avevate visti sul mio copritazza lavorato ad uncinetto oppure sulla borsa primaverile ...li avevo fatti rivestendo un anima in metallo con del tessuto americano.


Mi ripromisi di riparlarne in un post successivo, ed eccomi qui con un mini tutorial fotografico step-by-step.

Pronti?

Innanzi tutto vi occorrera' lo strumentino adatto (foto in basso) in vendita online, nelle mercerie e nei negozi specializzati. In commercio ne trovate di vari tipi, anche a piu' fori con diversi diametri o sottoforma di pinza. Il mio e'composto da due parti in plastica, un maschio e una femmina, e l'ho acquistato su etsy.
Il concetto che accomuna tutti questi tipi di strumenti e' sempre lo stesso: il tessuto va tirato e incastrato tra le due parti del bottone.
Potete trovare anche dei kit che comprendono lo strumento e i supporti (in metallo o in plastica) da ricoprire.

Questi supporti sono formati da due pezzi: quello frontale che va ricoperto con la stoffa e quello retrostante piatto che puo' avere un anellino oppure puo' esserne privo.
Una volta scelto il tessuto e il soggetto che volete far apparire sul bottone (nel mio caso e' un fiore) procedete cosi':

  1. ritagliate un cerchio di stoffa che abbia un diametro di un paio di cm maggiore rispetto a quello dello strumento.
  2. adagiate prima il cerchio di stoffa e poi la parte frontale del bottone sulla parte trasparente dello strumento (la femmina)
  3. spingeteli sul fondo con il tappino blu
  4. la stoffa si arriccera', rimuovete il tappino blu
  5. ripiegate i bordi verso l'interno, tagliate l'eventuale eccesso di stoffa
  6. inserite il retro del bottone e schiacciate verso il basso aiutandovi col tappino blu.
Alla fine il risultato sara' questo:

...il tessuto aderira' perfettamente al supporto e apparira' senza increspature.
Potete provare lo stesso metodo usando anche carta, feltro, velluto...non c'e' limite alla fantasia!
Avete domande? Scrivetemi!
Buon lavoro!

novembre 16, 2012

Decorazioni di Natale: il pupazzo di neve portacandela o porta caramelle

Voi come siete messe con le decorazioni di Natale? Ho come l'impressione che di anno in anno si anticipino sempre piu' i preparativi per questa grande festa , negli USA sarebbe anche normale...ma qui? Ho visto che in molti si stanno dando gia' un bel da fare! Per quanto mi riguarda cerco di fare tutto con calma, quest'anno sono partita con gli esperimenti ad uncinetto per essere pronta quando sara' il momento di fare i regali: cappelli, sciarpe per bambini, sciarpe da donna... per le decorazioni invece sono indietrissimo Winking Emoticons. In piu' dopo l'ultimo trasferimento mi trovo anche un po' a corto di abbellimenti vari, quindi dovro' necessariamente farmene degli altri.
Ho trovato in rete diverse idee di decorazioni con pupazzi di neve. Lo snowman e' molto popolare tra i crafter americani e piace molto ai bambini. Cosi' ho pensato di provare anche io con qualcosa di divertente che, oltre a decorare, avesse piu' di una funzione: porta caramelle e portacandela.

Proviamo a realizzarlo insieme?

Tutorial

Occorrente: Procuratevi un barattolo di vetro, degli occhietti ballerini (opzionali), dei bottoni neri, un pezzetto di feltro arancione, un foglio di feltro/pannolenci nero, uno stelo di ciniglia o del feltro/pannolenci rosso, cartoncino bianco, metro da sarto, pistola con colla a caldo, matita e forbici.

Procedimento:
  1. Tracciate un cerchio sul cartoncino usando il barattolo di vetro.
  2. Ritagliate il cerchio mantenendovi all'interno del disegno di qualche millimetro.
  3. Usate questa sagoma per ritagliare la stessa forma nel feltro nero.
  4. Ritagliate un altro cerchio concentrico al primo distanziandovi di circa 2 cm. Avrete cosi' ottenuto un anello che userete come visiera del capello.
  5. Misurate la circonferenza del barattolo con il metro da sarto.
  6. Ritagliate una striscia di feltro nero della stessa lunghezza e larga un paio di cm.
  7. Incollate la striscia di feltro con la colla a caldo nella parte superiore del barattolo (dove si avvita il coperchio).
  8. Inserite l'annello in feltro per completare il cappello, incollate un triangolino di feltro arancione a mo' di naso, i bottoni (o eventualmente gli occhietti ballerini) a mo' di occhi e bocca. Infine potete avvolgere il barattolo con uno stelo di ciniglia rossa o in alternativa una striscia di feltro per riprodurre una sciarpa.
Naturalmente potete personalizzare il progetto a seconda dei materiali che avete disponibili in casa. Ad esempio al posto degli occhietti potete metterci dei piccoli pom pom o dei pezzettini di feltro. Se non avete il feltro per il cappello potete usare del cartoncino nero. Se volete creare l'effetto neve potete picchiettare il vetro con un pennello e del colore acrilico bianco... Mettete all'opera i vostri bambini, si divertiranno un mondo!Free Blinkies
Buon lavoro!

novembre 15, 2012

Tutorial uncinetto: come realizzare una sciarpa volant

Vi ho accennato che sono alle prese con la preparazione dei regali di Natale e che in questi giorni sto producendo di tutto di piu'. L'ultima volta ho fatto una sciarpa per la bimba e visto che c'ero ne ho fatta una anche per me Winking Emoticons

Questa sciarpa volant potrebbe essere un'idea regalo dell'ultimo minuto, una sorta di sciarpa-gioiello sfiziosa e semplice da realizzare. Ho voluto provare questo nuovo "big butterfly lux" nelle tonalita' glicine di cui vi stavo parlando l'altro giorno su facebook. Si tratta di un filato a rete con inserti lame'che una volta lavorato crea un leggero effetto brillante molto elegante. Si puo' lavorare sia a maglia che all'uncinetto, io ho usato il secondo metodo, ora vi mostro come fare.

Tutorial
Vi occorrera' un uncinetto da 6.5 - 7mm e un gomitolo da 50 gr di un filato simile a quello di cui vi ho parlato. Quello che ho usato io e' della "BBB filati", ma ho visto che in commercio ce ne sono molti altri simili.

Iniziate a lavorare a partire da circa 10 cm dall'inzio del filato. Aprite bene la rete facendo in modo che la parte uniforme con gli inserti lame' stia nella parte bassa e la parte forata stia nella parte alta.
Inserite l'uncinetto in un foro (maglia) della parte alta.
Saltate una maglia e inserite l'uncinetto nella maglia successiva, a questo punto avrete due anelli sull'uncinetto.
Tirate il filo attraverso la prima maglia, rimarra' un solo anello sull'uncinetto. Avete appena completato la prima catenella.
*Saltate la maglia successiva e inserite l'uncinetto in quella di dopo. Tirate il filo attraverso l'anello sull'uncinetto.
Ripetete * finche' non avrete raggiunto una lunghezza di circa 180cm.

Man mano che procedete nella lavorazione la sciarpa iniziera' a prender forma, arrotolandosi a spirale.


Un volta raggiunta la lunghezza desiderata girate il lavoro. A questo punto lavorerete a maglia bassa per creare altre onde che si sovrapporranno alle prime.
Per lavorare la prima maglia bassa inserite l'uncinetto nel primo foro alla sommita' del vostro lavoro. E' un po' difficoltoso vedere queste piccole maglie, ma potete procedere con un po' di intuito. Anche se mancate le maglie giuste della riga precedente non vi preoccupate, l'importante e' proseguire su tutta la lunghezza per creare altre onde.
Tagliate il filato eccedente e cucite il lembo rimasto insieme a quello che avete lasciato all'inizio, nascondeteli tra le onde della sciarpa.
Il risultato finale sara' questo.
 Che ve ne pare? Avete domande? Scrivetemi!

novembre 14, 2012

Tutorial uncinetto: come realizzare una sciarpa per bambina

Sciarpe, scaldacolli e foulard. Finalmente posso tornare ad indossarli dopo i lunghi mesi caldi trascorsi a Houston Free Avatars Sono la mia passione insieme ai cappelli. Ora mi sto dando alla pazza gioia grazie anche al fatto che sto imparando a confezionarli da me! Vi avevo detto qui che stavo lavorando ad una sciarpa...fortunatamente ci ho messo meno tempo del previsto, infatti son riuscita a farne due. Una per me e una per la mia bambina. Quella che ho fatto per me sara' oggetto di un prossimo articolo intanto mi mostro quella della piccola.
Con i ferri procedo ancora lentamente...e siccome mi serviva subito l'ho lavorata all'uncinetto. E' una sciarpa che si lavora in orizzontale molto velocemente.
Ho usanto un filato fantasia misto lana per la parte principale e una lana rosa per il bordino tutto intorno.
Puo' essere anche un ottima idea regalo da realizzare in poco tempo. Vi va di provare?

Istruzioni

Materiale occorrente: uncinetto n.5, un gomitolo di filato misto lana a fantasia da 100gr, un gomitolo a tinta unita da abbinare per il bordino. La lunghezza finale sara' all'incirca di 140 X 10 cm.

Esecuzione: avviate una catenella di 180 maglie. Lavorate il primo giro a mezza maglia alta, il secondo a maglia alta, il terzo di nuovo a mezza maglia alta...e cosi' via alternando i due tipi di lavorazioni fino a raggiungere la larghezza desiderata, io ho fatto 8 giri. Badate che l'ultimo giro sia a mezza maglia alta, altrimenti poi la sciarpa tendera' a deformarsi da un lato.
N.B Per ottenere l'effetto a strisce in rilievo si lavorano i giri di andata e ritorno avendo cura di prendere con l'uncinetto solo l'anellino di dietro (backloop) anziche' tutti e due gli anellini del giro precedente. E' lo stesso tipo di lavorazione che ho usato qui. In questo video e' spiegato molto chiaramente come fare.

Bordino:

Una volta terminata la vostra sequenza di strisce chiudete il lavoro e con la lana in tinta unita iniziate a lavorare il bordo in questo modo: 1 maglia bassa, *saltate una maglia, 5 maglie alte nella maglia successiva, saltate una maglia, 1 maglia bassa nella maglia successiva; ripetete * fino alla fine. Chiudete il lavoro.

Spero di essere stata abbastanza chiara, ma se avete dubbi scrivetemi!Free Avatars
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...