novembre 13, 2012

Incisione su rame e ottone fai-da-te con bagno acido

Ultimamente sto creando delle targhette di metallo (rame e ottone) inciso mediante due tecniche: stamping e corrosione chimica (etching). Qualcosa l'avrete gia' vista qui.
Nel primo caso vengono impressi simboli o caratteri nel metallo, si possono scrivere parole o frasi...nel secondo caso si creano dei motivi in rilievo sulla superficie. Entrambe le tecniche lasciano ampio spazio alla personalizzazione.
Oggi vorrei parlarvi della seconda tecnica. Per ottenere questa incisione di tipo chimico e' necessario immergere il metallo in un bagno acido che ne corrode la superficie.
Il nostro obiettivo non e' tanto diverso da chi pratica l'incisione di circuiti stampati (PCB). Infatti fra i metodi piu' menzionati tra appassionati di elettronica e di gioielli fai-da-te vi sono:
1. corrosione mediante percloruro ferrico
2. corrosione mediante soluzione di acqua ossigenata (perossido di idrogeno, H2O2) e acido muriatico (acido cloridrico, HCl).
Entrambi i metodi sono efficaci, la differenza sta, nelle concentrazioni dei reagenti e di conseguenza nei tempi di reazione.
Io ho deciso di provare il secondo metodo su rame e ottone.
Questi sono i risultati su una placchetta di rame:

Non male vero? Questo e' il risultato che si ottiene dopo aver ossidato e lucidato con carta vetro fine la superficie. Mi piace l'effetto anticato e un po' rustico ottenuto e posso ritenermi abbastanza soddisfatta del risultato.
Vi lascio qualche dritta per creare queste targhette in metallo, le indicazioni che daro' valgono sia per il rame che per l'ottone.

Quali sostanze acquistare?
Vi occorrera' acido muriatico (acido cloridrico al 9,6%) in vendita nel supermercati insieme ai detersivi e acqua ossigenata (perossido di idrogeno al 12% - 36 vol) in vendita in farmacia. Attenzione alla concentrazione di quest'ultima perche' l'acqua ossigenata di uso comune che viene usata normalmente per la disinfezione della pelle e' al 3%.

Preparazione del metallo
Si suppone che abbiate gia' belle e pronte le vostre targhette di metallo. Potete farvele da voi o acquistarle gia' pronte. In questo caso accertatevi che siano effettivamente di rame o ottone e che non siano solamente placcate.
Come prima cosa vi consiglio di passare una paglietta in lana d'acciaio finissima 0000 sulla superficie del metallo. In questo modo diventera' poroso e l'inchiostro penetrera' meglio. Infine sgrassatelo bene con una pezzolina inbevuta di acetone.
Decorate le vostre sagome con un pennarello indelebile a punta sottile. Potete disegnare direttamente a mano libera o stampare il disegno con timbri e inchiostro indelebile come lo StazOn. E' importante che il pennarello non sia scarico e che l'inchiostro sia di ottima qualita' altrimenti si dissolvera' insieme al metallo nell'acido. Ricoprite il retro della targhetta con nastro adesivo in modo che la superficie non venga intaccata dall'acido.

Prima di iniziare...
N.B. Qualche accorgimento da ricordare:
-Non inalate i fumi della soluzione, contengono cloro e possono irritare.
-Lavorate in luoghi ben areati e proteggetevi con guanti, occhiali e indumenti dagli schizzi
-Tenete lontani bambini e animali


Preparazione della soluzione
Vi consiglio di usare contenitori di vetro per preparare l'acido perche' durante la reazione si libera calore. Versate prima l'acido muriatico e poi l'acqua ossigenata in parti uguali. Preparate una quantita' sufficiente di liquido, affinche' il metallo sia completamente immerso.
Ci vorra' circa mezz'ora perche' la reazione si concluda, le variabili sono diverse percio' dovrete controllare di frequente e regolarvi in base al risultato che volete ottenere.

Potete accellerare la reazione utilizzando concentrazioni piu' alte di Hcl e acqua ossigenata. Io per il momento preferisco lavorare con soluzioni piu' blande... Se volete approfondire l'argomento potete leggere qui.

6 commenti:

  1. Ciao mi chiamo Loredana e vorrei una informazione. Sto cercando di incidere il rame con ac. muriatico e acqua ossigenata nelle concentrazioni da te indicate. Mi succede però che la prima immersione si incide abbastanza bene ma nella seconda con altra piastrina di rame non si incide per niente. Ho lasciato il pezzo per circa 3 ore nella soluzione ma purtroppo non è successo niente. Pre4metto che uso dei pennarelli indelebili di ottima qualità. Grazie

    RispondiElimina
  2. Ciao Loredana, la soluzione perde efficacia con l'utilizzo. Ti spiego meglio via email. Grazie

    RispondiElimina
  3. Salve ho provato a incidere su rame molte volte ma incide appena. Mon c è rialzo, premetto che faccio ogni cosa seguendo tutte le indicazioni.. Ma non capisco veramente perché non mi riesce.. Grazie aspetto risposta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao, mi sembra un pò strano...è davvero importante usare l'acido e il perossido nelle cocentrazioni indicate, e cioè rispettivamente 9,6 % e 12%

      Elimina
  4. Potresti indicare lo spessore della lastra adoperata?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si, io ho usato spessori di 24 gauge = 0.51mm

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...