ottobre 16, 2012

Crocheted T-shirt yarn basket: fettuccia lavorata all'uncinetto

Sapete quando si parte con un progetto in testa e ci si ritrova a fare tuttaltro? Ecco, a me capita di frequente... Spesso vengo "distratta" da cose che trovo piu' interessanti e allora che faccio? Lascio tutto in standby per gettarmi a capofitto in un nuovo progetto. Credo che a muovermi sia il timore di perdere l'ispirazione del momento, una delle tante idee sfuggenti che affollano la mia mente...vanno e vengono, a volte mentre cerco di prendere sonno e poi diventa difficile ricordarsele... Cosi' stamattina mentre cercavo della lana negli scatoloni giu' in garage, mi sono imbattuta in un valigione pieno di indumenti vecchi, anche quelli in  attesa di giudizio...Ho trovato una T-shirt a manica lunga in lycra. Mmm, mumble mumble...che ci faccio? Fettuccia naturalmente!
Dopo un rapida ricerca in rete, ho trovato tra i tanti tutorial presenti (ma quanti ce ne sono?!) quello giusto per me. Zac! sforbiciata qui e la e ho ricavato un bel gomitolo di fettuccia.
La fettuccia e' un bel modo per riciclare le magliette, l'ho sempre apprezzata e ora inizio a capire perche' impazza la T-shirt yarn mania tra le creative.
1. Praticamente e' a costo zero perche' si ricava da indumenti vecchi, rovinati e inutilizzabili.
2. Trova tantissime applicazioni: puo' essere usata per creare bijoux, accessori, borse, contenitori e quant'altro.
Con un po' di pazienza, da brava crochet-addicted quale sono diventatata, ho lavorato questo piccolo cestino multi-uso molto ECO-friendly...
Chiamatelo come vi pare...

mini contenitore da appendere...o portagioie se preferite...
...carino no? Un abbraccio e alla prossima,


4 commenti:

  1. Veramente simpatico questo cestino!!!
    Marianna dal Congo!

    RispondiElimina
  2. Grazie Marianna, che bella sorpresa...come stai? aggiornami! ;)

    RispondiElimina
  3. Oh sì, bellissima idea riciclosa! Io non so lavorare all'uncinetto ma avevo scoperto questo tipo di lavorazione quando, tornata a casa col mio bel tappetino per la cucina, ho letto bene l'etichetta ed ho scoperto che era fatto proprio con le magliette riciclate! Mi è piaciuto ancora di più! ;)
    Ciaaao!

    RispondiElimina
  4. Hai visto, alle volte l'abbiamo sotto gli occhi (o sotto i piedi...) e non ce ne accorgiamo! Il tappeto e' un'altra cosa da provare quanto prima... :) grazie Anna, un abbraccio

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...