dicembre 27, 2011

Il mio augurio con un classico: Favola dell'albero di Natale



C’era una volta un piccolo albero di Natale che, quando parlava con mamma albero di Natale e papà albero di Natale, non vedeva l’ora di poter indossare le palline colorate, i festoni argentati e le lampadine. Ogni notte sognava il suo momento, entrare nel salotto buono, gustarsi i sorrisi gli auguri in famiglia, lasciarsi sfuggire una lacrima di resina dalla contentezza.
E venne finalmente il giorno del piccolo albero di Natale. Venne scelto quasi per caso tra tanti amici alberi di Natale anche loro. Pensava: "Adesso è venuto il mio momento, adesso sono diventato grande". Dopo un viaggio, incappucciato di stoffa bagnata per non perdere il verde luminoso dei rami, il piccolo albero di Natale si trovò nella casa di una famiglia povera. Niente palline, niente festoni, solo il suo verde scintillante faceva la felicità dei bambini che lo stavano a guardare con gli occhi all’insù, affascinati. Era il loro primo albero di Natale. Subito fu deluso, sperava di poter dominare una sala ricca di regali e di addobbi eleganti.


Ma passarono i giorni e si abituò a quella casa povera ma ricca di amore. Nessuno aveva l’ardire di toccarlo. Venne la sera di natale e furono pochi i regali ai suoi piedi ma tanti i sorrisi di gioia dei bambini che per giorni erano rimasti a guardarli sotto il suo sguardo severo per cercare di indovinare che cosa ci fosse dentro. Venne il pranzo di Natale, niente di speciale. Venne Capodanno, con un brindisi discreto, ma auguri sinceri.



E venne anche l’Epifania e il momento di andare via. Questa volta non lo incappucciarono. Lo tolsero dal vaso, gli bagnarono le radici e tutta la famiglia lo accompagnò verso il bosco. Era felice di ritornare con mamma albero di Natale e papà albero di Natale. Passando per la strada vide tanti suoi amici, ancora con le palline colorate e i fili d’oro e d’argento, che lo salutavano. Ma c’era qualcosa di strano, erano tutti nei cassonetti della spazzatura, ricchi e sventurati, piangevano anche loro resina, ma non per la contentezza. Chissà dove sarebbero finiti!
Ora il piccolo albero di Natale è diventato un abete grande e possente, ha visto tanti figli andare in vacanza per le feste. Qualcuno è ritornato, sano o con un ramo spezzato. Lui guarda da lontano la città dove i bambini del suo Natale lo hanno amato e rispettato. Perché è un albero di Natale, albero di Natale tutto l’anno, perché Natale non vuol dire essere buoni e bravi solo il 25 dicembre, perché Natale può essere ogni giorno. Basta volerlo come quel piccolo albero di Natale che ci tiene compagnia sulla montagna, anche se lontano, anche se non lo vediamo.


E c’era una volta e c’è ancora oggi, un albero di Natale. Sempre diverso e sempre uguale, quasi un caro amico di famiglia che si presenta ogni anno per le vacanze, le sue vacanze, da Santa Lucia all’Epifania. Grande, piccolo, verde o dorato, testimone di ogni Natale, un amico con il quale aspettare l’apertura dei regali e l’occasione buona per scambiarsi gli auguri, per fare la pace, per dirsi anche una parola d’amore. E tutti vogliamo bene all’albero di Natale, ogni anno disposti ad arricchire il suo abbigliamento con nuove palline colorate, un puntale illuminato e addobbi d’oro e d’argento. È cresciuto con noi, cambiato ogni anno, sempre più bello agli occhi di chi guarda, occhi di bambino, ma anche occhi di adulto che vuole tornare bambino. Per quei giorni di festa è lui a fare la guardia al focolare, a salutare quando si rientra a casa, a tenere compagnia a chi è solo. Una presenza che conforta, non solo nell’anima. È meglio se l’albero è di quelli con le radici, pronto a dismettere l’albero della festa e a compiere il suo dovere in mezzo ai boschi, a diventare grande, libero e felice.

C. Dickens


E' con questo classico, uno dei miei preferiti, che vorrei augurarvi buone feste, che i vostri desideri possano avverarsi e che il nuovo anno vi porti tanta pace, gioia e soddisfazione!



(nelle foto: la mia ghirlanda con alberelli lavorati ad uncinetto e palline con carta riciclata da giornali)

Erika

dicembre 14, 2011

Decorazioni da appendere: Le stelle di Natale in feltro

Ancora decorazioni! ormai voi avrete anche finito, io invece no, continuo a sforbiciare, cucire, incollare in tutti i momenti liberi (pochi ma ben organizzati). Tra le altre cose sto preparando altre calze da elfo per i bimbi che popoleranno casa Renna il giorno di Natale, siamo invitati tutti li'. Lo so e' un po' ridicolo, casa Renna...sembra incredibile ma e' tutto vero!
Tornando a noi... la mia casa americana ha bisogno di un po' di aria di festa, troppo bianco!
Avrei voluto posizionare qualche Stella di Natale qua e la', come ero abituata a fare negli anni scorsi, ma come e' noto quando si diventa genitori le abitudini cambiano... cosi' quest' anno ho preferito ripiegare su una soluzione alternativa e soprattutto posizionabile in alto.
Mi sono procurata la classica ghirlanda fuori porta in finto pino e l'ho decorata con fiori di Poinsettia rossi e qualche fiocco dorato.

...almeno adesso la mia pallida porta ha assunto un aspetto piu' festoso.

I fiori sono stati confezionati con feltro rosso, verde e bianco e ho aggiunto un bottoncino giallo al centro a mo' di corolla.

La guida

Se come me spesso finite per fare le cose all'ultimo minuto, questa potrebbe essere un'idea da provare.
I materiali che vi occorrono sono: forbici, feltro/pannolenci rosso, bianco e verde, bottoni di colore giallo, filo metallico, ago e filo, cartoncino.

Ritagliate la sagoma di un fiore a sei punte e di un petalo nel cartoncino, non preoccupatevi se sono irregolari, le imperfezioni daranno un aspetto piu' naturale...
Poi usate le sagome per ritagliare le forme nel pannolenci, il fiore a sei punte per il pannolenci verde e il petalo per quello rosso. Per questo fiore io ho ritagliato 7 petali.


Assemblaggio
Tagliate un pezzo di filo metallico (circa 20 cm per un fiore di 10 cm di diametro), piegate la sagoma verde a meta' e fate passare il filo da parte a parte nella zona centrale.
Poggiate la sagoma su un piano rigido, appiattite e piegate i fili in modo che si incrocino al centro.
Lavorate le due estremita' a spirale, potete usare la pinza a becchi tondi o le mani se la durezza del filo ve lo permette.


1.Fate passare ago e filo attraverso il centro della sagoma verde e successivamente anche attraverso il centro dell'estremita' del fiore.
2.Tirate il filo e fate aderire il petalo rosso alla sagoma verde.
3.Procedete nello stesso modo con il secondo petalo, sovrapponendolo al primo.
4.Stessa cosa per i petali successivi, si procede in senso orario.

Ritagliate un cerchietto nel pannolenci bianco e fate passare il filo nel mezzo, cosi' come spiegato negli step precedenti.
Cucite il bottone giallo per finire la corolla e voila', il fiore e' completo!
Le spirali di metallo al lato, non hanno solo una funzione decorativa, ma vi serviranno per ancorare la vostra Stella di Natale alla ghirlanda o dovunque decidiate di appenderla.

Spero che questo progetto vi sia piaciuto e aspetto con ansia le vostre impressioni. A presto!

dicembre 07, 2011

Decorazioni di Natale da appendere: come realizzare la calza dell'elfo in feltro



Bastano pochi semplici ingredienti (peace, confort and joy) mischiati all'entusiasmo di mamma elfo per sorprendere il piccolo folletto di casa...

Che dite le piacera'? e' abbinata anche alla sua copertina preferita! quella di "Poppo" come lo chiama lei...


Con materiali di poco costo (pannolenci, ago e filo, nastrini e brillantini) ho realizzato questa calza da elfo con tanto di ricciolo e
campanellino alla punta! bling-bling


Ha trovato posto davanti al camino, sotto la ghirlanda...


...cosi' Babbo Natale potra' mettere al suo interno tanto carbone per la piccina (no scherzo...) e qualche cioccolatino per mamma e papa' (beh ce lo siamo meritati...)


che gioia, adoro questo periodo dell'anno...Oh-oh-oh



nel nostro piccolo cerchiamo di renderlo magico per i bimbi, e' la loro festa in fondo!

La guida per realizzare la calza da elfo
Vi piace questo progetto? volete provarci? In linea di massima e' molto simile, per materiali e tecniche, agli ornamenti in feltro di cui vi parlai tempo fa in questo post.
I materiali ve li ho accennati prima, pochi ed economici: pannolenci, nastrini, paillettes, bottoni.
Tempo di realizzazione: all'incirca 2 ore.
Il pattern da scaricare, ingrandire e stampare lo trovate qui. Io ho preferito disegnare direttamente a mano libera sul foglio di pannolenci. Il tutto poi va "condito" con la vostra fantasia.

Il mini tutorial fotografico:

Fasi di realizzazione:
1.Disegnate e ritagliate le sagome della calza sul cartoncino e poi sui fogli di pannolenci (oppure direttamente sul pannolenci se preferite).
2.Ritagliate le forme che userete per decorare la calza e cucitele su una delle due sagome precedentemente ritagliate.
3.Fate combaciare le due sagome di pannolenci e cucitele tra di loro col punto a festone.
4.Riempite la punta con dei batuffoli di cotone, in modo che rimanga dritta, e cucite se volete il campanellino.
5.Piegate il bordo della calza e fissatene le estremita' con un bottone.
6.Cucite un nastrino per appendere la vostra calza.

Fatto!

dicembre 03, 2011

Idee per il Natale: ornamenti di carta da appendere

In questi giorni mi sento super creativa! vi siete accorti che sto pubblicando piu' di frequente? ...ci sto proprio prendendo gusto! sono giorni che ho il cervello un po' su di giri, non so se e' per via del caffe' americano (credetemi anche se sembra annacquato e' molto forte) oppure e' perche' son entrata nel circolo vizioso della creativita' pre-natalizia. Si sa, questo e' il periodo piu' frenetico dell'anno, tutti siamo indaffarati. E quando si ha un minimo di manualita' e passione per l'handmade vien voglia di confezionare qualcosa di unico sia da regalare sia per addobbare casa. C'e' chi non vuole rinunciare allo scatolone pieno di ninnoli che ogni anno tira fuori dal garage, o chi come me deve creare qualcosa di nuovo perche' il garage di origine e' troppo lontano da quello "sostitutivo"...sigh!

Vi avevo gia' accennato delle mie ultime creazioni con materiali economici e possibilmente riciclati.
Oggi vi mostro i paper mobiles, ovvero decorazioni in carta da appendere al soffitto. Ne ho viste di stupende, per ogni grado di difficolta'. Questo e' solo un esempio delle bellezze che si trovano in rete
La mia versione e' fatta con del cartoncino bi-color argento e oro acquistato dal craft store dei sogni di cui vi ho parlato tempo fa.
In realta' andavo in cerca di una carta glitterata per dare un po' piu' di luminosita' alla casa. E in effetti mi sembra ancora assurdo non averla trovata visto il ricco assortimento di questi negozi, sara' che ho visto troppo in fretta...
Sta di fatto che ho VOLUTO arrangiarmi con quello che avevo gia' (perche' altrimenti avrei trovavo il modo di glitterare il cartoncino...)
Poi ho riflettuto prima di fare ogni ulteriore acquisto compulsivo e, considerato che il tempo e' denaro, ho pensato a qualcosa che non me ne facesse perdere troppo.
Non ho seguito schemi, perche' il tutto mi e' semplicemente drenato

dicembre 02, 2011

Decorazioni di Natale DIY all'uncinetto

Quest'anno ho deciso di realizzare la maggior parte delle decorazioni di Natale handmade con materiali piuttosto economici, come carta, filato in acrilico e pannolenci. Un po' perche' non mi andava l'idea di acquistare idee preconfezionate e realizzate in serie, un po' perche' volevo utilizzare il materiale che mi avanzava da altri lavori, e un po' perche' di questi tempi bisogna ponderare bene prima di fare gli acquisti...
Il simbolo dell'albero non manchera', avremo la doppia versione ridotta perche' se allestissimo un albero grande verrebbe letteralmente spazzato via dal piccolo tornado che vive in casa, pallina per pallina, con tutto il set delle lucine a seguito...

L'idea
Ho acquistato qualche tempo fa della lana acrilica per fare i miei esperimenti a crochet, un bel violetto lavanda che vedevo proprio bene abbinato a paillettes e nastrini argentati.
Cosi' ho cercato uno schema ad uncinetto facile che ricordasse una pallina in due dimensioni. L'ho adattato per formare un'occhiello che mi facilitasse l'inserimento del nastro all'estremita', ho cucito un nastrino a zig-zag, incollato qualche paillette e voila'...primo tipo di decorazione per l'albero pronto!

Mentre cercavo un'alternativa alle classiche stelle, ho visto diversi schemi di fiocchi di neve all'uncinetto. Personalmente li trovo adorabili (se avessi piu' tempo ne farei a decine!), invece del bianco ho pensato di utilizzare quel filato argentato che mi avanzava dall'ultimo paio di orecchini...
...zac! fatto anche questo.

novembre 30, 2011

#2 Decorazioni di Natale fai-da-te: guida per realizzare l'alberello stilizzato

Nel post precedente vi avevo mostrato il mio mini albero che usero' come centro tavola durante le festivita' natalizie.
Oggi vi posto come promesso la guida per realizzarlo. Vi chiedo scusa se le foto non saranno delle migliori, ma ho lavorato in condizioni di luce non proprio ottimali.
 

Materiali e fasi di realizzazione:

Per realizzare questo alberello ho utilizzato del materiale facilmente reperibile nei negozi per fai da te.
Come base potete usare una forma conica abbastanza rigida. La mia e' in spugna per fioristi ed e' alta 20cm, ma anche il polistirolo o il cartoncino puo' andare bene.

Vi occorrera' inoltre: feltro (o pannolenci) nei colori a scelta, filo metallico colorato, perline o paillettes, colla vinilica, forbicine e un filato per ricoprire la base. Io ho usato del cotone bianco e verde di un paio di mm di spessore.


Per lavorare piu' velocemente potete utilizzare due fili anziche' uno. Si possono usare anche due tipi di filati diversi (per colore o tipo) per creare un effetto non omogeneo. Io ho usato gli estremi dello stesso gomitolo.

novembre 23, 2011

#1 Decorazioni di Natale fai da te: l'alberello stilizzato

Ci risiamo, ieri son stata di nuovo al Walmart e come al solito non potevo evitare di passare dal reparto crafts.
Non so in Italia, ma qui negli Stati Uniti c'e' atmosfera di festa gia' da tempo e quest'anno la stiamo vivendo con largo anticipo...praticamente hanno allestito tutto subito dopo Halloween!
Ci sono decorazioni in ogniddove e anche i reparti crafts dei negozi sono stracolmi di idee DIY (do-it-yourself) visto che per gli americani e' d'obbligo il fai-da-te.


Tra basi di ogni genere, fiori finti, sassolini colorati, glitter e perline ho scovato una forma conica in spugna per fioristi e ho pensato che facesse al caso mio.



Con materiali abbastanza economici che mi avanzavamo da altri lavori ho realizzato questo alberello un po' bizzarro


dove le palline sono pom-pom di lana e le decorazioni cerchi concentrici in feltro


sapete quanto mi piacciono le spirali, e ovviamente non potevano mancare in questo lavoro...

novembre 20, 2011

Orecchini ad uncinetto: la mia versione in argento e prugna




E' definitivo, Capitan Uncino mi ha stregata col suo attrezzo. Qualche post fa, vi avevo raccontato dell'acquisto del mio primo uncinetto al Walmart, un 5mm, che per iniziare mi e' sembrato buono... da allora ne ho comprato qualche altro (2, 6.5 e 10 mm) e ho gia' fatto qualche esperimento: una copertina, un cappellino in cotone per me, una fascia per capelli da bimba, un copritazza, delle decorazioni per l'albero di Natale e questi orecchini...


Quando da Michaels ho visto questo filo di cotone argentato con effetto un po' glitter mi si e' accesa la lampadina, mmm...perche' non realizzare qualche fiorellino a crochet da abbinare alle mie perle al lume?
Il color prugna, molto scuro e tipicamente invernale, diventa un po' meno "serio" se abbinato a trine d'argento...



non poteva mancare il filo conduttore delle mie creazioni, le spirali.

novembre 04, 2011

Viaggio virtuale nei Craft stores americani: Michaels

Uno dei negozi di arts and crafts piu' noti degli USA, Michaels, ha come sottotitolo esplicativo "Where creativity happens".


E in effetti, una volta entrati nel negozio si viene risucchiati in un vortice di creativita', difficile astenersi dall'acquisto!


...ed e' facile riempire il carrello!

Quando ci andai la prima volta, credevo di aver trovato il paradiso in terra.


All'epoca avevo iniziato da pochissimo la creazione dei primi gioielli. Gli scaffali stracolmi di articoli mi fecero quasi un effetto di disorientamento: "oh guarda c'e' questo, uh ma quest'altro mi manca! accidenti ma questo e' bellissimo...uh ma quale prendo? mmm..tutti, li voglio tuttiiiii!!!" mio marito mi guardava spaventato, temeva che svuotassi il portafogli, un consiglio: se vi capita, non ci andate con i mariti! ahahah :D

 
Comunque quel di' ho resistito, e' stata dura eh, comprai giusto l'occorrente per cominciare la mia avventura. Inutile dire che poi al mio ritorno in Italia, fu difficile reperire gli stessi materiali, eppure si trattava di semplice filo d'alluminio laccato!

ehi, per caso vi serve della carta da regalo?



A distanza di pochi anni non e' cambiato molto, qualche novita' in piu' e tanti stimoli per creare. Il negozio e' abbastanza fornito in quasi tutti i settori: materiali per dipingere, tessuti, filati, scrapbooking, seasonal (Natale e altre festivita'), perle e componenti bjoux, fiori, cornici, decorazioni di ogni genere, l'elenco sarebbe lunghissimo....


...un intero reparto dedicato alla linea della piu' famosa creativa americana, Martha Stewart!



Insomma se conosci Michaels, non lo eviti! e se provi ad evitarlo, per il bene del portafogli e del marito preoccupato, loro ti inviano coupon con sconti del 40%-50%...


e organizzano periodicamente dei corsi gratuiti nei diversi campi...


E se poi hai difficolta' a seguire i corsi di persona puoi sempre prendere spunto dai progetti online...

Stay tuned, nelle prossime puntate altri negozi per craffettari shopaholic come me...  ;)

ottobre 17, 2011

Progetti facili per i bimbi: le decorazioni in carta per Halloween

Dopo l'art attack di stamattina mi sembra di esser ringiovanita di almeno 25 anni, come ai tempi dell'asilo, quando con forbicine, colla e cartoncino facevamo i nostri lavoretti...vi ricordate? Perlomeno il mio umore e' migliorato e soprattutto quello di Gaia che continuava a gridare " bei, bei, bei" puntando il ditino sulle sagome attaccate alle finestre.

Siamo in clima di Halloween, e da queste parti (Houston, TX) si vedono tante decorazioni in giro gia' da un paio di settimane.

Qualcuna raffinata...




qualcun'altra simpatica...


MOLTE altre esageraaaate...



quanto tempo e impegno ci avranno messo secondo voi per addobbare il giardino cosi'?! O_o


Cosi' mi son lasciata contagiare (solo un pochino eh...) con la scusa della bambina ahahah :D
Ho realizzato qualche mostriciattolo per decorare le finestre, non disponendo di un giardino da addobbare con un'enorme vascello pirata fantasma...


credetemi, qua si vede davvero di tutto! (e aspettate che vi mostri le decorazioni di Natale...)
 
Dicevo, ho realizzato formine complicatissime che farebbero impallidire anche Giovanni Muciaccia! certo, come no...eh eh :)))




troppo DISCRETO per gli standard americani eh?

Comunque per chi volesse cimentarsi nella realizzazione di queste formine per intrattenere i bambini (si si vabeh, ancora questa scusa...) vi lascio gli ingredienti per il divertimento: cartoncino colorato (arancio, bianco e nero), matita, pennarello, forbici, colla, nastro adesivo e fantasia!
volete qualche ispirazione? eccovi serviti.


Buon art attack di Halloween!



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...