marzo 04, 2009

Learn to solder jewelry - Imparare a saldare i gioielli


There are many ways of shaping metals for jewelry designs. As I said in the article on metal clays , the best way to customize metallic components is by using these innovative clays. Anyway, in some cases it's interesting work with solder, for istance when you want to create a chain. See how this jewelry artist creates her wonderful pieces.
If you are starting to solder silver, or any metal for that matter, consider that there are a few variables depending on what is being soldered, but for the most part, you follow the same series of steps each time you solder metal. In this site are listed some tips for soldering metal jewelry, instead in this one you can buy what you need to solder.
Before starting, first of all you need to
set up a safe area to solder. This will normally require a large ceramic tile, a fire brick or heat resistance pad, and an overhead lamp. The fire brick is put on top of the tile. Also make sure you work in a very well ventilated area. read more>>

Ci sono molti modi di modellare il metallo per creare componenti da inserire in un gioiello realizzato da noi. Come ho detto nell'articolo relativo al metal clay, l'uso di paste metalliche da modellare facilita moltissimo il lavoro dell'artista sia nel disegno che nella lavorazione del pezzo. Tuttavia in alcuni casi, come ad esempio nella creazione di catene e link, può essere necessario ricorrere alla saldatura. Guarda cosa riesce a creare l'artista Palleiko con il suo saldatore. Vediamo come attrezzarci per poter lavorare col saldatore.
Prima di tutto occorrerà attrezzare in modo sicuro l'area di lavoro. Dovrete procurarvi una mattonella di ceramica, un mattone refrattario (in alcuni casi si può usare un blocco di carbone), e una lampada sopraelevata. Il mattone refrattario va appoggiato sopra la mattonella di ceramica. Assicurarsi di lavorare in un luogo ben ventilato. Occorrente:

Cannello per saldatura - per saldare piccoli pezzi e metalli come argento .925 (sterling silver), che ha punto di fusione non troppo elevato (1640°F-893°C), si può usare una mini torcia a gas butano ricaricabile, la stessa usata in cucina per caramellare, è leggera, economica e maneggevole (in alternativa si possono utilizzare cannelli professionali da orefice più costosi);
Disossidante per saldatura - (es. borace mischiato con un pò d'acqua), serve per facilitare la saldatura e prevenire l'ossidazione, va applicato sui giunti dei pezzi da saldare con un piccolo pennello da pittura;
Lega saldante per argento o per oro - si trova in bacchette, fili o fogli. La lega saldante per argento può essere usata anche per il rame. Ne esistono di vari tipi: bassofondente (temp. di fusione 1325° F), medio fondente (temp. di fusione 1390°F) e altofondente 1425° F). La scelta dipende dalla temperatura di fusione del metallo da saldare e da quante volte si intende saldarlo. Ad es. se si vuole saldare un oggetto 3 volte conviene iniziare con la lega alto fondente, poi utilizzare una medio fondente e infine una basso fondente;
Pinze in acciaio - possibilmente con impugnatura in legno per non scottarsi quando il calore sprigionatosi dalla saldatura si propaga lungo il manico;
Soluzione acida - (acido solforico o acido nitrico), si può trovare sottoforma di liquido o polvere da diluire in acqua. Serve per rimuovere segni di ossidazione dalla superficie dei pezzi saldati. Questa soluzione va messa in un contenitore di vetro e dovrebbe essere riscaldata per essere più efficace (mettere il contenitore di vetro contenente la soluzione su una piastra calda per pochi minuti). Ricordarsi di osservare queste norme di sicurezza quando si lavora con gli acidi: lavorare in un posto ventilato, indossare un grembiule, occhiali protettivi e dei guanti (schizzi di acido potrebbero bruciare gli abiti e la pelle); aggiungere l'acido in acqua fredda e mai calda (si produrrebbe una reazione chimica pericolosa); MAI aggiungere acqua all'acido ma fare il contrario;
Pinze di rame - servono per immergere i pezzi nella soluzione acida, il rame non contamina la soluzione ed è importante mantenerla pulita;
Tronchesino;
Contenitore con acqua e bicarbonato (baking soda);

Procedimento: pulire e preparare i componenti metallici da saldare applicando il disossidante sui giunti con il pennellino. Posizionare i pezzi sul mattone refrattario. Controllare che i giunti da saldare combacino perfettamente. Tagliare con un tronchesino piccoli pezzi di lega saldante e posizionarli tra i giunti in più punti. Accendere il cannello e procedere alla saldatura cercando di non concentrarsi solo sui giunti con la lega saldante ma riscaldando tutto il metallo. Non appena notiamo che la lega si è sciolta riempiendo i giunti rimuovere la fiamma. Far raffreddare e immergere il pezzo saldato nella soluzione acida con le apposite pinze in rame, possono volerci pochi minuti o anche giorni, in ogni caso non tenere il pezzo immerso per più di una settimana perchè verrebbe corroso. Una volta rimosso dall'acido sciacquarlo nella soluzione contenente acqua e bicarbonato, per neutralizzarne i residui tossici.

(fonti: creative texture tools , about.com - Le informazioni riportate sopra sono state tradotte e rielaborate)

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...